Sono stati e sono tutt’ora uno dei gruppi ‘progressive’ più importanti della scena musicale italiana e mondiale e ora pronti a tornare in tour partendo da Roma: si tratta dello storico gruppo Le Orme, la cui formazione odierna è composta da Michi Dei Rossi, batteria (founder Le Orme), Michele Bon, tastiere e cori, Federico Gava, piano tastiere e Luca Sparagna, voce, basso e chitarre.

Ben 55 anni di carriera alle spalle e nel 2020 la programmazione del ‘The Last World Tour’, l’ultimo Official Tour Live, ripartito a luglio 2021 dalla Slovenia dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia. Numerose anche le tappe nelle principali regioni italiane, con esibizioni sia all’aperto che al chiuso, come alcuni concerti teatrali che hanno fatto registrare dei clamorosi sold-out. Il concerto di Bolzano del 28 gennaio scorso ha aperto il nuovo anno che vede un fitto calendario di date tra le quali quella del 22 aprile all’Auditorium Parco della Musica di Roma, l’ultimo concerto italiano che il gruppo farà prima di affrontare il Tour in Sud America.

Ad aprire il concerto saranno gli Hype, una giovanissima band di progressive rock di Frosinone con all’attivo numerose vittorie in alcuni dei maggiori contest del settore (Music Under The Rock 2017 – Castle Rock – Murata Street Festival – Game of Bands). La band è composta da Stefano Tozzi (17 anni, batteria), Edoardo Oren Alonzi (20 anni, chitarra), Francesco Campagiorni (21 anni, basso) e Federico Pizzutelli (18 anni, tastiere).

Le Orme proseguiranno poi con la partecipazione all’evento Cruise of The Edge’ dal al 7 Maggio, una crociera in partenza da Miami che li vedrà protagonisti insieme ad artisti del panorama progressive internazionale, come gli Yes, Marillion, Steve Hackett, Alan Parsons, Transatlantic, Al Di Meola, Riverside, Saga, Al Stewart, The Flower Kings, Adrian Belew, Protocol, Martin Barre, Haken, King’s X, Pain Of Salvation, Pendragon, Headspace, Stick Men e altri ancora.