‘Disoriente’, il nuovo Ep del rapper e cantautore romano Medium, alias di Massimo Gaetano (La Grande Onda e distribuito da Altafonte), che  inaugura un nuovo percorso musicale e personale, segnando per l’artista un’importante prova da solista. L’Ep è stato anticipato lo scorso 18 marzo dal singolo e videoclip ‘Angeli blu’, che introduce al tema portante di questo concept Ep in cui Medium racconta sensazioni e riflessioni degli ultimi sei mesi, vissuti tra raccoglimento e introspezione, fra un passato che non ritorna e il sorgere di una nuova consapevolezza.

‘Disoriente’ prende il titolo anche dallo spaesamento e dalla confusione con cui l’umanità si è risvegliata nel post-pandemia. È da qui che Medium parte per dare vita a sei brani con i quali descrive verità pensieri intimi e immagini quotidiane, segnati da grandi scosse nella propria vita e dal bisogno di ripartire dal fondo per ricominciare tutto da zero.

“Ho scritto questo Ep per raccontare la solitudine, e quanto questa sia fondamentale per la crescita personale di un individuo”, racconta Medium. “Quando passi tanto tempo da solo impari a conoscere te stesso, e quindi allo stesso tempo a volerti bene e vivere meglio. Nel momento in cui ho iniziato a scrivere questo disco avevo toccato il fondo, per vari motivi personali, e proprio da quel fondo ho visto cose che non avevo mai notato prima. Tutte le sensazioni e le emozioni che ho provato le ho racchiuse in questa raccolta di brani, che spero possano aiutare tutti coloro che si sono trovati in una situazione simile”, conclude l’artista.

Insieme ad ‘Angeli Blu’, l’Ep è composto dai brani ‘Fuochi d’artificio’, ‘Disoriente’, ‘Saddissimo’, ‘Namastè’ (feat. Quest) e ‘Chissà’. In ognuno di essi Medium colloca ogni singola parola, tra luci e ombre, atmosfere eteree e vaporose dove non servono che pochi strumenti per sorreggere le liriche. Vocoder di altri mondi si alternano a guizzi più movimentati, oltre a cori di bambini, concentrati di poetica e consciousness che danno ritmo a tutto il progetto.