‘Campi in fiore’ è il primo assaggio del terzo lavoro discografico di Luca Casali, che vedrà la luce nel 2022.  I paesaggi sonori creati dai synths si fondono all’istante con le sonorità evocative della weissenborn (slide guitar), del contrabbasso e delle percussioni africane. La forma canzone è stata completamente smontata e rimontata seguendo l’emotività musicale. Con questo brano l’artista vuole mettere l’ascoltatore di fronte ad immagini crepuscolari, immergendolo in una natura morente e sommessa che trova la sua rinascita solo nella sua stessa fine. Il brano è stato prodotto e registrato da Fulvio Mennella al Whale’s Belly , masterizzato da Alessandro Ciuffetti presso il Naïve Recording Studio.

Il videoclip che accompagna ‘Campi in fiore’ racconta una storia ambientata durante la Prima Guerra Mondiale: nel mezzo del campo di battaglia un soldato disorientato e impaurito si alza e fugge via all’impazzata in mezzo al fumo tra colpi di cannone, proiettili e spari. Corre, attraversa profonde valli, fiumi, scala ripide montagne rocciose senza mai fermarsi fino all’ultimo delle sue forze ma non tutto è come sembra. Infatti, quella che appariva come una diserzione militare prende una luce completamente diversa.