(di Daniele Rossignoli) ‘Shining’ è il secondo singolo di Brunelli. Dopo ‘Do it’, dove il cantautore ferrarese descriveva tutte le paure e le sue incertezza riguardo al suo futuro, con questo nuovo lavoro sembra aver trovato l’equilibrio necessario e la determinazione per proseguire nella via cantautorale, dopo anni passati a scrivere musica e a collaborare con diversi gruppi musicali destreggiandosi tra il blues e il rock più duro e puro. ‘Shining’, ovviamente, prende spunto al capolavore cinematografico di Stanley Kubrick, tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King.

“Ho scelto questo titolo – spiega Burnelli a IlMohicano- perchè, come l’intyerprete del film, descrivo la solitudine. Una solitudine -precisa- che deriva anche dal fatto di non sentirsi integrati in determinate situazioni. Il mio nuovo singolo rappresenta il distaccamento dall’ordinario generico e vuole mostrare come ogni giorno si è così immersi ma allo stesso tempo isolati da tutto ciò che viviamo e immaginiamo. E’ un brano autobiografico -spiega- perchè anch’io, per certi versi, mi sono sentito ‘isolato’. Isolato nel non voler seguire determinate mode, determinate imposizioni, vivendo a volte fuori dal coro. Non ho mai voluto sottostare a certe mode -aggiunge- e questo, devo riconoscere, è stato per me un punto vincente”.