(di Daniele Rossignoli) “A me piace sempre rischiare, ributtarmi in acqua e Sanremo mi ha dato una scossa straordinaria. Sono qua e mi piace esserci”. Gianni Morandi si dice pienamente soddisfatto della sua partecipazione al Festival di Sanremo, anche in virtù del buon piazzamento nella prima classifica generale che lo vede al quinto posto. “Sarei contentissimo -sottolinea- se questa posizione fosse confermata fino alla fine, ma non credo… in ogni caso, sono più che soddisfatto”. Visibilmente commosso per l’applauso ricevuto dal pubblico in sala prima di esibirsi, Morandi spiega come in quel momento “mi siano passati davanti agli occhi sessant’anni di musica”.

Sessant’anni senza nessun rimpianto: “ho vissuto tante esperienze negative e positive -ricorda- e quando negli anni ’70 si chiuse per me la porta pensavo che nessuna altra porta si sarebbe più riaperta.  Poi, invece, la fortuna mi ha aiutato e sono ripartito. Non ho nessun rimpianto perchè ho avuto tanto dalla vita che sarei esagerato a rimpiangere qualcosa. Alla  fine sei quello che sei, con le esperienze belle e quelle brutte, per cui rifarei tutto quello che ho fatto. Ci sono tante cose che ho sbagliato -osserva- ma sono tutte cose che ti fanno poi arrivare dove sei, compresi gli errori. La vita di un artista è un altalena -prosegue- ma essere ancora qui per me è una bella soddisfazione. Molti artisti si sono ritirati, non fanno più concerti -osserva Morandi- io finchè ce la faccio voglio stare insieme alla gente”.