(di Daniele Rossignoli) ‘Notre Dame de Paris’ compie vent’anni e, per celebrare la ricorrenza, Riccardo Cocciante ha riunito a Milano l’intero cast. Esattamente il 14 marzo del 2002 ‘Notre Dame de Paris’ debuttava in Italia diventando l’opera dei record con 1346 repliche e oltre 4 milioni di spettatori dopo aver toccato 157 città. Per celebrare questo importante anniversario le musiche e le canzoni di ‘Notre Dame de Paris’, nella sua versione italiana, saranno da domani, venerdì 14 gennaio, disponibili su tutte le piattaforme digitali. Disponibili anche la versione studio ‘Notre Dame De Paris (Platinum Edition)’e ‘Notre Dame De Paris – Live Arena di Verona (2002)’ cantante dagli interpreti originali.

“‘Notre Dame de Paris’ è uno spettacolo unico al mondo”, ha osservato Riccardo Cocciante. “Ci sono altri spettacoli unici ma questa sua tipologia lo rende veramente unico, unico nella sua conformità, nella sua rappresentazione, in questa maniera di mescolare musica pop e musica classica. Unico al mondo anche per tanti particolari ed è questo, forse, l’elemento principale del suo successo. Come artisti essere unici è senz’altro difficile -ha sottolineato Cocciante- ma per me è la condizione essenziale per esistere”. E pensare che all’inizio nessuno era disposto a scommettere sul successo di uno spettacolo grandioso e sicuramente difficile  nella sua rappresentazione: “Non ci credeva nessuno. Solo io e David Zard che per poter mettere in scena l’opera ha creato a Roma un teatro apposta per questo spettacolo. E’ stato difficile, ma le difficoltà per un artista come me sono essenziali. L’artista deve soffrire la sua differenza, deve cercare di conquistare malgrado tutto, malgrado quello che la gente del mestiere dice. Io stesso, all’inizio della mia carriera, ho dovuto farmi spazio, mi rifiutavano perché dicevano che non sapevo cantare, che gridavo troppo, che ero sempre arrabbiato e che anche fisicamente non ero giusto, allora contava molto la prestanza. Per questo, all’inizio quando cantavo chiudevo gli occhi e non guardavo in faccia nessuno e questo scandalizzava tutti”.

“Un’opera come ‘Notre Dame’ era diversa e quindi occorreva che il produttore ci credesse fortemente. Questa è stata la sua forza in Francia (dove ha debuttato nel ’98 ndr) e dopo in Italia dove Zard ha costruito un teatro per poterla ospitare perché non c’erano posti per presentare un’opera del genere. I teatri erano troppo piccoli mentre noi volevamo un posto popolare, dove qualsiasi persona poteva venire anche semplicemente in jeans. Un posto aperto a tutti, ai ragazzini e alle loro nonne. Per questo io amo molto le arene e i palasport, posti dove si può andare vestiti come si vuole e dove si deve solo giudicare se uno spettacolo piace o non piace”.

Venendo alla stretta attualità, “Siamo stati due anni fermi e chissà per quanto ancora continuerà”, ha detto. “Non ne possiamo più, speriamo di poter ritornare a vivere. Tutti noi artisti speriamo di poter ricominciare a vivere, ma non solo per noi che stiamo sul palco ma per tutti quelli che stanno attorno a noi. Diamo un esempio, saliamo sul palco e cerchiamo di essere più forti di prima e stare insieme. Forse la potenza del palcoscenico e quella dell’artista possono servire per poter comunicare questo”.

“La cultura deve andare avanti. Qualcuno -ha sottolineato- ha detto che se non ci fosse la cultura forse oggi non saremmo qui e questo è vero, viviamo per poter trasmette nuove idee e queste nuove idee passano attraverso la cultura. Abbiamo sofferto tantissimo in questi due anni ma speriamo che quest’anno si possa rinascere -ha concluso- e che questa rinascita possa essere più forte e potente di prima”.

Tornando all’opera, ‘Notre Dame de Paris’ solo esclusivamente per il 2022 avrà come protagonista l’intero cast originale del debutto, con il ritorno di Lola Ponce nei panni di Esmeralda. Insieme a lei, sul palco ci saranno Giò Di Tonno – Quasimodo, Vittorio Matteucci – Frollo, Leonardo Di Minno – Clopin, Matteo Setti – Gringoire, Graziano Galatone – Febo, Tania Tuccinardi – Fiordaliso. Per l’occasione, special guest d’eccezione di alcune delle date speciali del tour saranno Claudia D’Ottavi e Marco Guerzoni rispettivamente nelle vesti di Fiordaliso e Clopin, di cui sono stati i primi interpreti nel 2002.

La tournée di ‘Notre Dame de Paris’, prodotta da Clemente Zard con la collaborazione con Enzo Product, è interamente curata e distribuita da Vivo Concerti e partirà il 3 marzo 2022 da Milano, con l’aggiunta di ulteriori nuovi appuntamenti, per poi spostarsi ad Ancona, Jesolo (VE), Firenze, Roma, Reggio Calabria, Lugano (nuova data), Lanciano (nuova data), Ferrara (nuova data), San Pancrazio Salentino (nuova data), Pula (CA) (nuova data), Palermo (spostata da giugno ad agosto), Torre del Lago (LU) (nuova data), Napoli, Bari, Catania, Eboli, Casalecchio di Reno (BO), Torino e si concluderà a dicembre 2022 a Trieste.

‘Notre Dame de Paris’, ha tenuto a sottolineare Clemente Zard “è l’opera popolare che ha segnato un enorme cambiamento nell’intrattenimento e nel teatro italiano, soprattutto anche in quello mondiale. Racconta una storia senza tempo, che può essere apprezzata da generazioni molto diverse tra loro e ha un fascino incredibile ancora dopo vent’anni. La considero la più grande eredità di mio padre, David Zard, che l’ha fortemente voluta e che non si è fermato superando qualunque ostacolo pur di portarlo in scena in Italia, arrivando addirittura a far costruire un teatro ad hoc a Roma”. “Il Maestro Cocciante -ha aggiunto- è il cuore pulsante di questo spettacolo, che quest’anno andrà in scena per l’ultima volta con il cast originale: sono artisti incredibili che hanno lasciato un segno in tutti i personaggi dell’opera e vederli tutti insieme sul palco ogni volta è come se fosse la prima. È un’emozione poter far parte di questa avventura, e lo è ancora di più in un periodo come questo, in cui il settore dello spettacolo è messo a durissima prova. Sarà un inno di rinascita per tutti”.

Queste le date della tournée

Dal 3 al 27 marzo 2022 – Milano Teatro degli Arcimboldi – AGGIUNTE NUOVE DATE
Dall’8 al 10 aprile 2022 – Ancona  PalaPrometeo
Dal 15 al 17 aprile 2022 – Jesolo (VE)  PalaInvent
Dal 6 all’8 maggio 2022 – Firenze  Nelson Mandela Forum
Dal 12 al 15 maggio 2022 – Roma  Palazzo dello Sport di Roma
Dal 26 al 28 maggio 2022 – Reggio Calabria @ PalaCalafiore
Dal 9 al 12 giugno 2022 – Lugano  Teatro LAC – NUOVA DATA
Dal 22 al 24 luglio 2022 – Lanciano (CH)  Parco Villa delle Rose – NUOVA DATA
Dal 27 al 29 luglio 2022 – Ferrara  Ferrara Summer Festival c/o Piazza Ariostea – NUOVA DATA
Dal 5 al 7 agosto 2022 – San Pancrazio Salentino (BR)  Forum Eventi – NUOVA DATA
Dal 12 al 14 agosto 2022 – Pula (CA)  Forte Arena – NUOVA DATA
Dal 18 al 24 agosto 2022 – Palermo  Teatro di Verdura – DATA POSTICIPATA
Dall’8 all’11 settembre 2022 – Torre del Lago (LU)  Gran Teatro all’Aperto “Giacomo Puccini” – NUOVA DATA
Dal 27 al 30 ottobre 2022 – Napoli  Teatro PalaPartenope
Dal 3 al 6 novembre 2022 – Bari  PalaFlorio
Dall’11 al 20 novembre 2022 – Catania  PalaCatania
26 e 27 novembre 2022 – Eboli (SA)  PalaSele

Dal 2 al 4 dicembre 2022 – Casalecchio di Reno (BO)  Unipol Arena
Dal 9 all’11 dicembre 2022 – Torino  Pala Alpitour
Dal 14 al 18 dicembre 2022 – Trieste  Teatro Politeama Rossetti