J-Ax dedica i ‘2 centesimi’ su Instagram alla storia del signor Emo, 83enne bolognese affetto da una grave disabilità motoria, che non può uscire di casa perché i suoi condomini non permettono l’installazione di un ascensore (che sarebbe gratuito grazie al Superbonus 110%). L’artista milanese decide di mettere in luce questo caso e di offrire ad Emo l’assistenza legale necessaria.

“Ciao a tutti -scrive J-Ax- vorrei condividere con voi una cosa che mi ha fatto profondamente incazzare, abbestia. È la storia di Emo, un uomo di 83 anni con una pesante disabilità motoria che da 15 anni è praticamente chiuso nel suo appartamento. Perché? Perché i suoi condomini non vogliono installare un ascensore nel palazzo. L’unico modo che ha Emo per uscire di casa è tramite un’ambulanza. Emo così non può nemmeno andare al cimitero a portare i fiori alle due sorelle, morte nell’ultimo anno di Covid. Ma la cosa più assurda e inumana è che oggi grazie al Superbonus 110% ai condomini del suo palazzo far installare un ascensore non costerebbe nulla. Un condomino, uno solo, ha impugnato la delibera per installare l’ascensore nel palazzo. Ne parlo qui per due motivi spiega J-Ax-  1 perché spero che facendo così le autorità locali (hey sindaco di Bologna ci sei?) facciano qualcosa e 2 perché voglio offrire alla famiglia di Emo, l’assistenza legale. Faccio io. Per ridare a quest’uomo una vita dignitosa. Per favore, condividete questo video (https://www.instagram.com/p/CUM-VjMoJvM/) e aiutiamo Emo.  Questi sono i miei due centesimi di oggi”.