Cosa non si fa per piacere o piacersi? Come possiamo star bene con noi stessi senza inseguire inutili ideali di perfezione? Questi gli interrogativi che Giovanna Turi pone nel suo nuovo brano ‘Cosa non si fa’ in cui l’autrice vuole sottolineare l’importanza della sostanza, dell’autentico benessere personale a discapito della mera apparenza e dell’estetica da cui siamo tanto ossessionati pur di piacere agli altri. A fine settembre uscirà il suo nuovo album in studio ‘Suicidio in diretta’ costituito da 10 tracce, di cui fa parte il singolo ‘Cosa non si fa’.

‘Cosa non si fa’, spiega l’artista “è per tutte le donne che si amano. È una forma di amore verso se stessi e verso gli altri. Il piacere fa parte della vita anche se effimero. Non è solo vanità, come molti pensano, ma è una forma d’arte e d’amore. Vale sempre la pena volersi bene, amarsi per farsi amare e per amare a nostra volta”.

Giovanna Turi è una cantautrice bolognese. Con le sue canzoni dedicate alle donne è diventata nel 2019 il simbolo dell’emancipazione femminile denunciando la violenza contro le donne e contro l’omofobia con i brani ‘Solo una donna’ e ‘Un amore non è mai uguale’. Pubblica il suo primo singolo nel 2015 ‘Adesso No’ autrice e compositrice. Nel 2016 partecipa alle selezioni di Area Sanremo 2017. Nel 2017 pubblica ‘Io non ti perdono’ e nello stesso anno si esibisce al Memo Club di Milano ed è finalista della prima edizione del festival ‘Bologna Musica d’autore’ ideato e prodotto da Fonoprint. Nel 2018 esce in tutti i digital stores il suo primo l’EP autoprodotto ‘Viaggio Splendido’.

Dopo alcune settimane dalla pubblicazione dell’Ep annuncia di aver cominciato le fasi di scrittura del suo primo disco lavorando con un ampio gruppo di produttori e musicisti. Nel novembre 2019 pubblica ‘Solo una donna’, un singolo in occasione della giornata contro la violenza sulle donne e partecipa alle selezioni di Sanremo Giovani 2020 con l’etichetta Red Fish di Elio Cipri. Con lo scoppio della pandemia di COVID-19 a inizio 2020 la cantante è stata costretta a ritardare le tempistiche di pubblicazione dell’album. Intanto vengono pubblicati altri due estratti, quali ‘Cosa provi per me’ e ‘Un amore non è mai uguale’.