All’esterno’ è il secondo album del compositore e polistrumentista abruzzese Davide Rasetti, 20 anni e un mondo da raccontare. Lalbum prende forma in quarantena, nella prima ondata di Covid a marzo 2020, in un momento in cui la musica ha costituito un fondamentale appiglio. Composto interamente dallo stesso artista, che in questo disco suona anche tutti gli strumenti con l’unico ausilio di una loop station, l’album vive di un linguaggio moderno, attuale. I sei brani che lo compongono rispecchiano un atteggiamento onnivoro nei confronti della musica e raccontano di emozioni che si oppongono, si abbracciano, si scontrano e che si uniscono.

La danzatrice Rebecca Rastelli è di questo progetto parte integrante: i brani hanno preso forma anche grazie alla sua danza che ne ha catalizzato le emozioni, rendendole vive e concrete. L’album si chiude con lo stesso Rasetti che interpreta ‘E’ così che ho perso la speranza’ una cruda poesia del poeta siriano Aref Hamza.

‘All’esterno’ è stato registrato da Davide Rasetti con l’intervento di Davide Grotta per il mixaggio e mastering.

Davide, nato 20 anni fa a Teramo, è da sempre circondato dalla musica. Inizia a suonare il primo strumento all’età di 5 anni. Si specializza nel pianoforte con Tatjana Vratonijc presso il Conservatorio G.Braga di Teramo, dove attualmente sta terminando gli studi. Il suo primo album, intitolato Zelmira’ uscito per Alfa Music nel 2019, partendo da un linguaggio Jazz, oscilla tra una vasta gamma di generi, anche grazie alle numerose collaborazioni presenti in questo primo disco, dove Davide interpreta sia brani suoi che di musicisti e maestri come Sabatino Matteucci e Toni Fidanza.