(di Daniele Rossignoli) Ritrovarsi da solo, su una panchina in un parco, dopo essere stato lasciato dalla propria ragazza e vedere le altre coppie abbracciate scambiarsi ‘limoni’. E’ questo il senso metaforico del nuovo brano del duo indie-pop mantovano Carne, composto da Mirko Carnevali e Nicola Begnardi dal titolo ‘Limone’. Un titolo, come spiega Mirko intervistato da IlMohicano “che riporta a qualcosa di fresco, di estivo e divertente”. Il brano racconta di questo ragazzo “che aveva già programmato il fine settimana con la sua ragazza, tutto perfettamente, ma poi si sveglia e lei non c’è più, se ne è andata. E’ un po’ come nella vita -osserva Mirko- si fanno tanti programmi e poi per un insieme di cose salta tutto. Lui non sa cosa fare e quindi si siede su una panchina a leggere il giornale e vede tutte le coppie che si scambiano, metaforicamente, un limone”.

Anche se nel testo compare il nome di Mirko “il brano non è autobiografico -tiene a precisare l’artista- perché rappresenta situazioni che possono accadere tutti i giorni ad ognuno di noi. L’importante -sottolinea- è non drammatizzare tant’è che lo stesso ragazzo la prende sul ridere”. L’imprevedibile, quindi, è il vero soggetto della canzone come imprevedibili sono stati questi lunghi mesi: “la pandemia ha certamente influenzato tutti noi e se prima avevamo un sacco di programmi in testa che volevamo portare a termine, adesso tutti guardano più al presente che al futuro. Si vive, un po’ tutti, alla giornata e forse dovremmo imparare a programmare di meno, a prendercela un po’ meno e vivere la vita così come viene”.

“Certo non è stato facile per nessuno -prosegue Mirko Carnevali- e anche per noi ritrovarsi dall’andare a mille all’ora a doverci bloccare di colpo è stato un vero trauma. Penso però che l’importante sia non perdere mai la speranza, pensare che comunque ci possa essere una ripresa e continuare, ognuno nel proprio piccolo, a portare avanti i suoi progetti. Adesso, sentendo che il pericolo è sempre in agguato, si fa un po’ finta di non pensarci troppo ma speriamo di poter superare l’estate tranquillamente e di non ritrovarci in autunno e inverno ancora nelle condizioni dell’inverno scorso”.

Il momento non è certo dei più felici, soprattutto per chi si affaccia ora nel panorama musicale: “ne siamo consapevoli -sottolinea Mirko- e sappiamo che il momento è ancora più difficile rispetto agli anni passati. Alla fine, quello che conta è portare avanti la propria passione, poi tutto quelle che viene in più per noi è oro colato. Nel nostro piccolo possiamo ritenerci fortunati -osserva- perché dall’inzio dell’estate siamo in giro con il nostro set acustico un po’ dappertutto ed è bellissimo rivivere questo scambio di energia che c’è quando fai musica. E’ una cosa impagabile. Fino alla fine dell’estate sarà così -aggiunge- poi… vediamo. Intanto -conclude- ce la godiamo così”.

‘Limone’  è scritto a quattro mani da Mirko Carnevali, Valerio Carboni, Luca Zannoni, Nicola Bergnardi, Edito da Edizioni e Produzioni I Nomadi e Warner Chappell Music Italiana. Mirko Carnevali, 37 anni, ha partecipato all’edizione di ‘The voice of Italy’ nel 2018 (sotto il team Renga) ed è parte dei 100 giurati della terza edizione del programma televisivo di Canale 5 ‘All Togheter now’. Nicola Begnardi, 24 anni, è iscritto e studia all’accademia di Musica Giuseppe La Monica di Modena, Tra il 2015 e il 2018 presso lo studio Lab 105 prende lezioni dai chitarristi Elia Garutti ed Enrico Zapparoli. Dalla loro collaborazione con il produttore Luca Zannoni nasce il progetto Carne.