Dopo aver ottenuto il Disco d’Oro con ‘Narghilè’ e dopo il successo di ‘Rosé’ e ‘Gibson Rotte’, Peter White torna con gli Zero Assoluto per il nuovo singolo ‘Notti Amarcord’ (Sony Music/Epic Records Italy).  Ascoltando ‘Notti Amarcord’, ci si immerge completamente nella spensieratezza di una notte di mezza estate: attimi di libertà, in cui il tempo sembra un concetto relativo e tutti i problemi lontani, dove però la nostalgia per un passato che è difficile da considerarsi chiuso arriva a bussare. Come l’idea di un settembre che incombe, ricorda che l’estate non durerà per sempre e rovina la bellezza di un momento, così il pensiero di un amore ormai finito si insinua e porta un sorriso amaro. Cicatrici di un sentimento che brucia ancora forte, raccontate dalle voci di Peter White e degli Zero Assoluto attraverso la semplicità di istanti indelebili.

Notti Amarcord’, spiega Peter White all’anagrafe Pietro Bianchi “è un brano spensieratamente malinconico. Ogni canzone ha bisogno del proprio quadro temporale e io, Matteo e Thomas (Zero Assoluto) non abbiamo mai avuto dubbi sul periodo di rilascio: luglio. Nel centro dell’estate, come il fulcro della leva oscillante tra felicità e nostalgia, lì si trova ‘Notti Amarcord’: tra la solitudine e l’amore, tra una notte afosa in città che non fa dormire e un tramonto pittoresco da qualche altra parte nel mondo. È possibile vivere nel passato? No. Ma a volte -conclude- è utile una canzone del genere per rendersene davvero conto”.

Il legame artistico e personale fra i tre artisti li ha portati a dare vita a questa speciale collaborazione, nata spontaneamente in studio di registrazione, da cui traspare una grande sintonia nello scrivere e nel comporre. La produzione di Niagara (Gabriele Fossataro) e Polare (Paolo Mari) arricchisce il brano con elementi acustici, cura dei dettagli e campionamenti di oggetti di uso comune, come quello dell’accendino a inizio brano o le chiavi che sbattono e che creano un suono percussivo.

“Capita certe sere di non avere aspettative -sottolineano gli Zero Assoluto-  e che proprio quelle sere diventino notti speciali nella loro normalità e che poi non si scordano più. Sono quelle notti in cui ‘si sta facendo tardi e tutti dormono, tutti ma noi no’ e diventano così indimenticabili da rimanere lì, immobili, tatuate per sempre nella nostra bacheca dei ricordi. Scrivere con Peter è stato semplice, naturale e intenso. Ci assomigliamo nell’approccio, nel giocare con le parole che diventano immagini e in un amore incondizionato per tutto ciò che è quotidianità. La nostra speranza è che questa canzone, che esce in piena estate, possa diventare un raccoglitore emotivo di tutte quelle notti che finalmente abbiamo ricominciato a vivere e che vivremo”.