Dopo il singolo con Ghemon ‘Fino a che non ti odierò’, Lowlow (aka Giulio Elia Sabatello) annuncia il suo nuovo album, ‘In prima persona’ (Epic Records Italy/Sony Music Italy), in uscita venerdì 30 luglio su tutte le piattaforme digitali e in formato vinile. L’album segna, sia dal punto di vista artistico sia da quello umano, un’evoluzione per Lowlow, un punto di arrivo e allo stesso tempo di partenza, molto importante per la sua carriera: il collante dell’album è la lente di Giulio, attraverso la quale ha deciso di raccontare il quotidiano e il suo vissuto, per la prima volta senza filtri, ma mostrando davvero se stesso attraverso la scrittura identitaria e di alto livello che rimane sempre sua cifra stilistica.

“Ho scelto di mettermi in gioco in prima persona – commenta Lowlow – perché con questa identità voglio che i racconti arrivino davvero. Piuttosto che usare come metafora un film, racconto una storia finita, saltando un filtro e mantenendo sempre un’energia che contraddistingue la diversità dalla quotidianità, che ti dà momenti di schizofrenia molto più di quello che vedi di un film. Ho tolto la maschera e sono diventato più vero, più reale”.

Ma le prime volte di questo album non finiscono qui: per la sua realizzazione Lowlow ha mantenuto il sodalizio artistico con Fish ma, in contemporanea, si è aperto anche a nuove sonorità, affiancato da vari artisti e produttori, quali Daddy’s Groove, DFO, Cosmophonix, Marvely e Leo.

Photo credit: Giulia Ballone