Dopo il brano d’esordio ‘E’ deserta la città’ Sasha Donatelli, cantante, modello, personaggio televisivo, ex calciatore torna con il nuovo singolo ‘Sentirti addosso’ (GD Label/Sheky Group), composto da Samuele Macrì e Giancarlo Urso, prodotto da Gianni D’Elia e scritto dallo stesso Sasha a quattro mani con il cantautore Matteo ‘Margano’ Gargano. Si tratta di una bachata dalle sonorità tipicamente sudamericane che, impreziosita da sfumature reggaeton ed un pizzico di elettronica, vuole trasmettere un messaggio di speranza e di evasione, esortandoci a vivere un’estate di ripresa e libertà, dopo un lungo un periodo di sacrifici e privazioni.

Un sensuale e liberatorio inno all’amore, a quel mix esplosivo di sentimento e passione che evoca e reclama a gran voce il contatto fisico e visivo, in cui corpi, sguardi ed anime tornano ad essere un tutt’uno, un’unica dimensione ‘dolce e caliente’. “Con questo brano -afferma l’artista- voglio portare un messaggio di libertà e di ritorno alla normalità, quella normalità che la pandemia ci ha tolto, facendocene apprezzare ogni dettaglio, anche quelli che davamo per scontati. L’amore ha bisogno di anima, ma anche di contatto, di quella fisicità libera e sognante che l’ultimo anno e mezzo ci ha tolto. Credo che esista una certezza nelle emozioni più primordiali -conclude- e che viverle appieno sia il modo migliore per soddisfare la voglia di rivalsa e l’esigenza di evadere dall’odierna, immobile routine».

“Quando inizi a ondeggiare, porti il sole da me” e “smuovi le spalle, compaiono stelle” canta Sasha, evidenziando e riconfermando non soltanto una notevole capacità autorale che attinge all’universo compositivo romantico italiano, ma anche una versatilità in grado di spaziare tra generi e suoni che hanno portato alla realizzazione di un pezzo fortemente estivo e ballabile, senza tralasciare l’impronta emozionale e personalissima che lo caratterizza.

Ad accompagnare il brano, il videoclip ufficiale, in uscita nei prossimi giorni, diretto da Cinzia Ceglie e girato tra gli scorci di Polignano a Mare (BA), nella cornice di Villa Fico Jo.