La voglia di tornare alla normalità facendo tesoro della storia: questo è ‘Caracalla’, il nuovo singolo di Quanto. Un brano che vuole fungere da manifesto per ricordare quella quotidianità persa e a cui non siamo più abituati. Ma anche la necessità e il desiderio di tornare alla vita di sempre, senza restrizioni e al centro di una semplicità riscoperta. Quanto utilizza la metafora dell’imperatore romano come dimostrazione che, anche in periodi meno
fortunati, non si debba mai perdere la speranza di migliorare le cose per un futuro più positivo e autentico e riconquistare tutti come Caracalla ha fatto con il popolo di Roma.

“Fai come Caracalla: balla, diceva un mio appunto, scritto un paio d’anni fa. Mi è ricapitato tra le mani recentemente -racconta Quanto- e ho pensato: mi manca così tanto ballare, mi manca stare in mezzo al casino.
La discoteca è un tempio, dove la musica rivela la sua componente emotiva più grezza: la sua immediatezza atavica e tribale, parte del nostro codice genetico”.

Quanto è il nome d’arte di Matteo Buranello, cantautore e produttore di Biella. Prima di lavorare a questo progetto solista, ha avuto molte esperienze musicali e artistiche. Tra queste la band Dagomago, scioltasi nel 2018, con cui ha girato in lungo e in largo con oltre 100 concerti in due anni. e condividendo il palco con nomi di spicco della scena italiana come Levante, Selton, Ex-Otago.