‘A piedi scalzi’ è il nuovo singolo di Guglielmo Fineschi, disponibile in streaming e digitale, canzone autobiografica che parla dell’overthinking e dell’instabilità mentale che ti crea. “Pensi fino a impiccarti coi tuoi stessi pensieri -racconta Fineschi-  dei macigni sempre più pesanti e difficili da portare con sé, che ti portano via il sonno e prendono forma sotto uno strato di nebbia che ti separa dal mondo che ti circonda. Quanti di noi si trovano giornalmente a fare i conti con la propria mente? Quando ti trovi nel letto e vorresti solo spegnere tutto ma il cervello non ne vuole sapere?”. Nel suo brano Guglielmo Fineschi fa proprio riferimento a quei pensieri che corrodono l’anima quando ci si ritrova da soli con se stessi… pensando agli sbagli fatti, al lavoro inesistente, agli alti e bassi e ai passi falsi.

La chitarra solista è stata registrata da Giacomo Pianigiani, al basso Jacopo Pettini, alla batteria Niccoló Maggi, il mix e il master è stato curato da Alessandro Guasconi. L’arrangiamento è stato curato personalmente dall’artista con l’aiuto di Jacopo Pettini, che ha anche registrato alcune parti di chitarra assolo compreso.