(di Daniele Rossignoli) Condividendo la passione calcistica con Amadeus e Fiorello, tifosi interisti, l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, ha ricordato loro lo storico ‘triplete’ della squadra nerazzurra, augurandosi che lo stesso possa accadere per una terza edizione del festival: “Amadeus e Fiorello -ha detto- fanno parte di questa azienda e vanno valorizzati ancora di più. Ricordo loro il ‘triplete’ e spero che il prossimo anno sia il festival del ‘triplete’ di Amadeus e Fiorello”.

Da parte sua Amadeus, ha ricordato di aver detto, ieri sera “in maniera consapevole quanto io e Rosario avevamo già valutato. Sanremo è un grande evento, non un programma televisivo -ha aggiunto- e quindi ci vuole l’energia, la forza, le idee per rendere merito a Sanremo. Ringrazio della proposta ma in questo momento l’idea è quella di fermarci noi un attimo e poi, se la Rai lo desidera, il pubblico lo desidera, si ritrova l’energia, la voglia, la forza e l’idea…” ha concluso Amadeus lasciando in sospeso la risposta.