(di Daniele Rossignoli) “Non ci sarà un ‘Ama Ter'”. Così il direttore artistico del Festival di Sanremo, Amadeus, ha voluto mettere fine alle voci che lo indicavano come possibile conduttore anche per il prossimo anno. “Non ci sarà l’ Ama ter’ -ha sottolineato Amadeus in conferenza stampa- e questo l’avevamo già deciso io e Fiorello.  Su questo abbiamo giocato e scherzato, ma non ci sarà. Se poi un giorno la Rai vorrà affidarci ancora un Festival di Sanremo -ha sottolineato- sarà una grandissima gioia per noi, magari prima di compiere 70 anni, ma il terzo di seguito non ci sarà”.

Dopo aver ringraziato la Rai “perché mi ha regalato due anni che non dimenticherò” Amadeus ha spiegato di non vedere l’ora “di tornare ai miei giochi, ai miei quiz, alla mia normalità”. Fare Sanremo, ha spiegato, è stato “un motivo di gioia e di orgoglio. Rappresenta l’apice nella carriera di un conduttore. Ringrazio la Rai  che l’anno scorso mi ha affidato Sanremo e aver avuto una proposta per due anni è stato per me motivo di grande gioia e grande orgoglio. Sono stati due Festival storici” ha sottolineato Amadeus ricordando come si sia partiti da un progetto perché “Sanremo è un evento, un progetto appunto, e non un programma televisivo”.