(di Maria Elena Zannini)

Direttamente dalla celebre insegna dell’Ariston esterna al teatro, Fiorello apre con una nuova performance la seconda serata del settantunesimo Festival di Sanremo. Sulle note di un famosissimo pezzo di Kanye West, in un abito piumato nero, ritorna ad omaggiare ironicamente l’artista Achille Lauro, in una danza che ci accompagna dentro il teatro e che dà ufficialmente il via alla serata. Stavolta il pubblico in sala è simulato da un gran numero di palloncini colorati, motivo di ilarità quando si scopre la forma molto particolare di uno di loro.  Ad aprire la gara sono ancora i giovani: passano al turno di domani Davide Shorty e Wrongonyou.

Inizia la vera gara dei big una vecchia conoscenza del palco dell’Ariston, Orietta Berti, che ritorna dopo ben 29 anni, con un pezzo decisamente sanremese. La serata si svolge con un susseguirsi di sketch tra Amadeus e Fiorello che, esibizione dopo esibizione, confermano sempre più la forza della loro amicizia sul palco. Anche per questa serata il direttore artistico vuole accanto a sé una co conduttrice, Elodie. Dopo aver partecipato in qualità di concorrente, nel 2017 e nel 2020, la cantante torna nel teatro Ariston a fianco di Amadeus in veste di conduttrice e performer, decisamente emozionata, ma divertita e divertente, non solo bella, ma capace di muoversi tra le diverse performance con decisione e grinta. La ammiriamo in quattro differenti look, curati dalla stylist Ramona Tabita, uno più esuberante dell’altro. Scende le scale a inizio serata in un lungo abito Versace in crystal mesh rosso, simile a una leggera cotta di maglia, il tutto impreziosito da splendidi gioielli Bulgari – un orecchino le cade subito e lei lo recupera prontamente – altro brand che indosserà in tutta la serata. Durante la sua performance di metà serata invece, un medley di suoi pezzi mixati a iconici beat di Madonna e Beyonce, si esibisce in un mini dress argentato firmato Oscar de la Renta, che esalta perfettamente le movenze e i passi di danza della cantante. Infine è Gianbattista Valli haute couture a vestire Elodie per gli ultimi look, due abiti rosso scarlatto, il primo un voluminoso abito a cuore in tulle e il secondo a chiudere la serata, un lungo abito da sera con dettagli di rouches. È con quest’ultimo look che l’artista ci accompagna in una sua personalissima riflessione, da sola sul palco più temuto d’Italia, si racconta, parlando del suo difficile passato e della sua paura di non essere abbastanza, infine, più commossa che mai, presenta il pianista jazz Mauro Tre, caro amico che l’ha per primo seguita portandola al successo e insieme a lui si esibisce in ‘Mai così’ di Mina. “Essere all’altezza non è più un mio problema -afferma Elodie- perché l’altezza è un punto di vista”.

Non è l’unica donna protagonista di questa seconda serata però. Ospite attesissima è Laura Pausini, anche lei emozionata e grata all’Italia per la sua recentissima vittoria ai Golden Globe. Si esibisce con la canzone vincitrice del premio miglior canzone originale ‘Io sì’, in un look Maison Valentino, avvolta di un lungo mantello di lustrini.

Dopo un intramezzo dedicato a vecchie glorie, con Marcella Bella, Gigliola Cinquetti, Fausto Leali e anche Gigi D’alessio, in versione ‘quaglione’, insieme a cinque giovani rapper napoletani, torna sul palco Achille Lauro. Il suo è stavolta un omaggio a Mina, in un look firmato ancora una volta dal designer di Gucci Alessandro Michele, completato da una lunga treccia di capelli rossi, si esibisce in ‘Bam bam twist’ accompagnato da Claudio Santamaria e Francesca Barra, come Travolta e Thurman in Pulp Fiction.

Il festival si chiude con il video delle prove di Irama, non ammesso sul palco ma ancora in gara, a causa del protocollo Covid dato che due suoi collaboratori sono risultati infatti positivi i giorni scorsi. Ospiti dal mondo sport Alex Schwazer, che racconta del suo desiderio di rimonta, e Cristiana Girelli, campionessa del calcio femminile, che parla di inclusione e del futuro della donna nel mondo del calcio.

I look di questa seconda serata sono ancora una volta un mix di eccellenze della moda italiana. Orietta Berti va in scena in total paillettes GCDS, con conchiglie applicate sul petto, Bugo in un completo doppio colore firmato Marsem. Dolce e Gabbana veste molti artisti anche in questa serata, un luccicante Ermal Meta, Extraliscio ft Davide Toffolo decisamente teatrali, e il giovanissimo Random, completo e dolcevita blu elettrico. Malika Ayane in Giorgio Armani, una versione un po’ dark dell’artista, un top a rete con inserti brillanti e polsini in pelliccia. Gaia e La Rappresentante di Lista portano grazia e raffinatezza sul palco, rispettivamente in una tuta bianca frangiata Salvatore Ferragamo e in un set ciclamino Maison Valentino, lui in completo morbido, lei in ampio monospalla, il dettaglio mozzafiato è quello delle zeppe altissime. Antonio Marras veste Willie Peyote mentre Fulminacci indossa il brand Vaderetro.

(Nella foto: Malika Ayane in Giorgio Armani, Gaia in Salvatore Ferragamo, Ermal Meta in Dolce&Gabbana)