Controsensi, vizi e virtù d’Italia nel nuovo singolo di Misuraca intitolato Non sopporto’ (su etichetta Suono Libero Music). Il brano, scritto e composto dallo stesso cantautore e realizzato tra Milano e Napoli negli spiragli della Pandemia Covid-19, vede la collaborazione artistica di Massimo Germini che ha suonato chitarre e charango ed ha co-arrangiato il brano.

È una canzone matrioska, che contiene tanti significati al suo interno, oltre che uno sfogo di un libero cittadino – dichiara Misuraca – è nata dalla mia esigenza di dire senza filtri ciò che penso dei tanti controsensi che attraversano il nostro Belpaese da sempre, non soltanto nell’ultimo anno di coronavirus”.


Nel videoclip, scritto da Misuraca e diretto da Claudio D’Avascio, il cantautore interpreta tanti personaggi simbolici: “Sono individui di varia umanità vittime anch’esse, come me d’altronde, di questi controsensi che canto”.

Nel videoclip c’è anche l’omaggio a Rino Gaetano, fortemente voluto: “Se ascoltate ‘Nuntereggae più’, del 1978, per il primo minuto e 10, vi accorgerete quanto nel nostro Belpaese non sia cambiato nulla. Rino era avanti anni luce, un genio, e mi sono accorto quando ho finito la stesura di questo brano che forse avevo seguito le sue orme di gigante”.