Il singolo ‘Giovane e triste’ del giovane cantautore vicentino Nashley (all’anagrafe Nashley Rodeghiero) è anche un video che racconta una storia di malinconia e attesa eterna di qualcosa che non arriverà mai. Girato in una stanza d’hotel e in una Milano grigia in un giorno di pioggia, il video si apre con il protagonista che impugna la chitarra e scrive una canzone, ispirato da un senso di tristezza e solitudine che si riflettono nei gesti più comuni. Suonare sembra essere una soluzione, ci si ritrova in un garage per provare il brano appena scritto, ma la malinconia ritorna e Nashley si ritrova solo e pensieroso in macchina in un parcheggio: sullo sfondo le luci di una città lontana e la pioggia che batte incessantemente.

“Il mood in generale è molto malinconico come il testo della canzone – spiega Nashley – c’è una persona che non mi calcola più, che chiamo e non risponde, la cerco e non la trovo, fino a che la storia sembra chiudersi nel momento in cui scendo dalla macchina e vado verso la fermata dell’autobus, ma non arriva neanche quello e quindi vado via da solo. Il tutto racconta l’attesa di qualcosa che in realtà non arriverà mai”.

Photo credit: Antonio Mercurio