E’ online il video di ‘Quando vedrete il mio caro amore’, rivisitazione di Canio Louercio, cantato insieme a Monica Demuru, del brano portato al successo da Donatella Moretti nel 1963. La canzone è contenuta nell’ultimo album del cantautore ‘Ci stiamo preparando al meglio’ (Squilibri Editore), disponibile in formato cd nei negozi tradizionali e negli store digitali.

Il videoclip, per la regia di Alessandro Scippa, inizia con l’attrice Sonia Bergamasco che legge i versi di ‘Deposto il nome’, una poesia di Maria Grazia Calandrone. Parole che raccontano la vita della poetessa, nata nel 1965 da un amore ritenuto allora adulterino, in un periodo in cui non esisteva ancora il divorzio e il codice penale contemplava il reato di ‘abbandono del tetto coniugale’.

A seguire, scorrono le immagini dell’Italia degli anni ‘60 e ‘70 fornite dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico: ad emergere è un inequivocabile ritratto delle ansie di emancipazione e liberazione generazionale, sulle note di una canzone apparentemente d’evasione.

La versione originale di ‘Quando vedrete il mio caro amore’ è parte del concept album ‘Diario di una sedicenne’ di Daniela Moretti, scritto da Loredana Ognibene, che racconta i pensieri e gli amori di una ragazza adolescente (in copertina era raffigurata l’attrice Valeria Ciangottini). Il brano parla di una storia d’amore fragile e sofferta, affidata ad una melodia semplice, esaltata dall’arrangiamento di Ennio Morricone.

“Nel riproporre questo brano – afferma Canio Loguercio – ho cercato di mantenere intatta tutta la sua forza espressiva e la sua grandissima potenza evocativa per lasciare affiorare la nostalgia di un sentimento che pervade tutta la canzone, attraverso un misurato gioco di equilibri, grazie anche alla splendida voce di Monica Demuru, alla tromba di Luca De Carlo e al meticoloso lavoro nell’arrangiamento di Rocco Petruzzi”.

“Un momento di rara affinità sentimentale – afferma Vincenzo Vita, Presidente dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico – è quanto ti trasmette l’ascolto e la visione dell’ultimo lavoro di un intellettuale crossmediale come Canio Loguercio che con Alessandro Scippa, regista del video, ci fanno sognare per un attimo di partecipare a una sequenza magica di un immaginario condiviso”.

“Sono molto grato a Canio per questa nuova sfida: realizzare un videoclip usando esclusivamente materiale d’archivio – dichiara il regista Alessandro Scippa – la figura di donna che apre e chiude il video è proprio quella Valeria Ciangottini che veniva ritratta in ‘Diario di una sedicenne’ e che abbiamo ritrovato in un vecchio cinegiornale tra gli sterminati depositi dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico. Il filo narrativo dell’intero video è offerto da un frammento di “Essere donne”, un bellissimo documentario della nostra grande documentarista Cecilia Mangini, recentemente scomparsa”.

L’album ‘Ci stiamo preparando al meglio’ si compone di 10 brani, tra cui 5 inediti, 1 nuova versione di ‘Luntano Ammore’ e 4 speciali rivisitazioni di celebri canzoni d’autore e classici della musica napoletana a cui il cantautore è particolarmente legato: ‘Incontro’ di Francesco Guccini‘, ‘Lacreme Napulitane’ di Francesco Buongiovanni e Libero Bovio (rielaborata in ‘Mia cara madre’), ‘Quando vedrete il mio caro amore’ e ‘Core ‘ngrato’ di Riccardo Cordiferro e Salvatore Cardillo.

Questa la tracklist dell’album: ‘Ci stiamo preparando al meglio’, ‘In un punto lontano’, ‘Chissà cos’è’, ‘Quando vedrete il mio caro amore’, ‘Core ‘ngrato’, ‘Incontro’, ‘Tienimi forte le mani’, ‘Luntano ammore’, ‘Core ‘e plastica’, ‘Mia cara madre’.

Photo credit: Marcello Merenda