I toscani Death Cell ripartono da ‘Maschera’, il primo singolo tratto dal loro nuovo album ‘Periferico’. “Il testo – racconta la band – parte dal concetto pirandelliano della maschera e rappresenta un momento di riflessione e di realizzazione del non essere uno come si crede, ma differenti individui secondo chi ci sta intorno, cosa che impone di indossare una o più maschere per difendere o adattare il proprio io più profondo”.

I Death Cell si formano a Rosignano Solvay (LI) nel 1990. Le fonti di ispirazione iniziali sono il punk e il dark mescolati a una psichedelia scura e alienante, con richiami al rock e al blues. Dopo una serie di date in Italia e all’estero, i membri del gruppo decidono di seguire progetti di vita personali e sospendere l’attività della band. Si riuniscono nel con una formazione a quattro componenti: Federico Cingottini al basso, Francesco Lenzi alla batteria, Alessandro Grassi alla chitarra e Franco Bonaccorsi voce.