A marzo sarà disponibile in digitale ‘Sound BoCS Diary’ (di AA.VV a cura di Gennaro de Rosa, edito da Musica contro le mafie, anno 2021): si tratta di un libro di lettura aumentata che contiene racconti, fotografie, video e una compilation di brani realizzati dai dieci artisti residenti di ‘Sound BoCS’ (progetto di residenza artistica innovativa e creativa nel cuore della città di Cosenza, nato come incubatore di produzioni artistiche, supportato da ‘Perchicrea’ di MIBACT e SIAE), prima music farm a sfondo civile mai realizzata in Europa di Musica contro le mafie. La prefazione è a cura di Marcello Ravveduto (Docente di Public History UniSa, UniMoRe) e di Gennaro de Rosa (Presidente e Direttore Artistico di Musica contro le mafie). Gli autori dei contenuti del diario sono: Cadmio, Cance, Ciarz, Gero Riggio, Giulia Zedda, Laura Pizzarelli, Le Cose Importanti, Massimonero, Misga, Poesia Potente e Chitarra Tonante.

‘Sound BoCS Diary’, che sarà presentato a Casa Sanremo nella settimana del 71° Festival della Canzone Italiana, è un taccuino, un diario, in cui sono raccolti i pensieri, le sensazioni e le emozioni dei dieci giovani talenti che hanno partecipato a questa iniziativa in un luogo unico al mondo. Una residenza creativa, sul Lungofiume Crati di Cosenza, che ha fatto nascere e sviluppare interazioni importanti tra i residenti creando opere uniche, testimonianza di un momento di condivisione, di esperienze e di vita vissuta insieme.

“Un esperimento sociale, tra il talent e il reality, in uno dei momenti più complicati per la musica e non solo, abbiamo puntato la massima attenzione al lato umano, lavorando sulla costruzione di quello che chiamiamo ‘NOI’ con diversi corpi ma uguali nello spirito – racconta Gennaro De Rosa, Presidente e Direttore Artistico di Musica contro le mafie – Diversità che si sono fuse dando vita a qualcosa di diverso e di comune senza perdere la propria identità”.

La pubblicazione di “Sound BoCS Diary” sarà anticipata dalla compilation di brani inediti e originali che gli artisti ospiti – e autori del diario – hanno creato durante la loro residenza nei BoCS a settembre 2020, ispirati alle tematiche e ai valori di ‘Musica contro le mafie’: diffusione di Buone idee e Buone Prassi attraverso la musica, impegno sociale, lotta alle mafie, cittadinanza attiva, critica e proposta. La raccolta completa sarà disponibile in digitale a partire dal 19 febbraio, anticipata da tutti i singoli che usciranno a cadenza di due a settimana, a partire da oggi con ‘La civile ballata dei numeri zero’ di Poesia potente e chitarra tonante.  

Questa la tracklist completa: ‘La civile ballata dei numeri zero’ di Poesia potente e chitarra tonante; ‘Altrove’  di Giulia Zedda; ‘Basta che se ne parli’ di Cance; ‘Che prezzo ha?’ di Laura Pizzarelli; ‘Pillirina’ di Massimonero; ‘Voglio andare al mare’ di Misga; ‘Da capo’ di Gero Riggio; ‘Gianna Floyd’ di Ciarz; ‘Noè uomo’ di Cadmio; ‘Terra’ di Le Cose Importanti.