La musica d’oggi torna al Teatro alla Scala con Carlo Boccadoro. Il 15 gennaio il compositore, direttore d’orchestra e organizzatore milanese debutta sul podio della Stagione Sinfonica del Teatro in streaming con un programma che rispecchia il suo  percorso artistico e il suo impegno per la pluralità dei linguaggi musicali. A Carlo Boccadoro il Teatro alla Scala ha infatti affidato il concerto sinfonico che segna il ritorno al Piermarini della musica contemporanea, uno dei settori più penalizzati dall’emergenza Covid.

Venerdì 15 gennaio alle ore 20 per la Stagione Sinfonica del Teatro Boccadoro dirigerà l’Orchestra della Scala in un programma che accosta pagine di classici del Novecento italiano con una forte presenza milanese come Niccolò Castiglioni e Bruno Maderna ad autori universalmente riconosciuti come pietre miliari della musica d’oggi ma ancora poco frequentati in Italia come i ‘minimalisti’ americani Philip Glass e Steve Reich, le cui musiche sono state eseguite alla Scala da diversi gruppi cameristici ma mai dall’Orchestra del Teatro, e l’estone Arvo Pärt. Completano il programma pagine dello stesso Boccadoro e di Mauro Montalbetti.

Il programma si apre con il giovanile Concertino per la notte di Natale, un brano neoclassico composto da Niccolò Castiglioni ventisettenne nel 1952; Company, del 1982, è la versione per orchestra d’archi del Quartetto n. 2 composto da Philip Glass come musica di scena per un adattamento teatrale dell’omonima novella-monologo di Samuel Beckett. Si torna agli anni ‘50 con la Serenata n° 2 di Bruno Maderna, in cui il linguaggio di Darmstadt è piegato a esiti di intensa, lirica espressività. La poesia è fonte di ispirazione per i due brani contemporanei italiani: Corpo in controcanto è un lavoro per orchestra d’archi composto da Bruno Montalbetti nel 2011 introno ai versi di Flaviano Pisanelli; Come polvere o vento, in tre movimenti, è l’omaggio di Boccadoro ad Alda Merini. Da pacem Domine è stato commissionato da Jordi Savall ad Arvo Pärt ed è dedicato alle vittime degli attentati sui treni di Madrid che l’11 marzo 2004 causarono 193 vittime. Conclude il concerto – in prima esecuzione italiana – Runner,  un pezzo per ensemble commissionato a Steve Reich dal Covent Garden e dall’Ensemble Signal ed eseguito con il Royal Ballett e una coreografia di Wayne McGregor nel 2016.

Il concerto sarà visibile in streaming sul sito www.teatroallascala.org e sulle pagine Facebook e YouTube del Teatro.