Dopo averla portata per la prima volta in tv, nell’incantevole e magico mondo di Roberto Bolle, per il video di ‘Una canzone d’amore buttata via’ Vasco Rossi ha voluto uno scenario molto suggestivo: Piazza Maggiore a Bologna. Non una location qualsiasi ma un luogo reale. E del cuore. L’idea di Vasco e del regista Pepsy Romanoff è stata quella di tornare là dove tutto è nato il 26 maggio 1979. Tutto è cominciato lì. Quarant’anni dopo, Piazza Maggiore, resa ancora più suggestiva di notte, deserta e tutta di Vasco, si trasforma in un palcoscenico speciale. E in un set cinematografico spettacolare, l’ideale per girare la scena di un film. Dal 9 gennaio il video è sigla di chiusura del programma musicale Magazzini Musicali, su Raidue il sabato pomeriggio. Dopo ‘La Verità’ e ‘Se ti potessi dire’, con cui ha chiuso definitivamente un cerchio, il 1 gennaio è ripartito il nuovo viaggio con, e non a caso, ‘Una canzone d’amore buttata via’. La sua prima canzone d’amore. Struggente e intensa.  Stile Vasco, una tempesta d’amore perfetta. La power ballad è anche la prima canzone dell’album che arriverà dopo l’estate, il 12 novembre 2021. “Saranno 10 canzoni e forse ci sarà un altro singolo, chi lo sa” ammicca il Kom che spera di tornare presto nel suo habitat naturale, il palco. Anzi non vede l’ora, sogna di tornare alla normalità dei concerti e degli ‘assembramenti’ sotto palco.