In digital download e sulle piattaforme streaming è disponibile ‘Tantu tiampu fa’ (Carren Production/IDM), il nuovo album dell’artista calabrese Raffaella Caruso, che omaggia le tradizioni della sua terra.  L’album è una dedica dell’artista alla canzone popolare calabrese e alle tradizioni che le sono state tramandate fin dall’infanzia. Prodotto da Renato Caruso e Domenico Scordamaglia presso il CabStudio Recording di Petilia Policastro in provincia di Crotone, ‘Tantu tiampu fa’ è un album di dieci brani, dei quali sei sono inediti scritti da Raffaella Caruso e composti da Renato Caruso, uno è un brano strumentale composto da Renato Caruso, e tre sono cover di brani celebri della tradizione musicale calabrese.

 “‘Tantu tiampu fa’ -spiega Raffaella Caruso- è un cammino dentro il mondo della poesia, dove l’amore è il tema dominante. Le canzoni parlano dell’amore per il marito, per i figli, dell’amore non ricambiato, dell’amore per la vita e per la musica. L’uscita di questo album, dopo due anni di ricerca e di lavoro, è la realizzazione della mia vita musicale. Questo album, scritto e cantato in dialetto, è un invito a riscoprire le nostre tradizioni e i valori del passato per vivere meglio il presente e proiettarsi verso un futuro migliore, tenendo conto delle cose importanti, che contano davvero”.

Questa la tracklist del disco: ‘A musica’; ‘Calabrisella’; ‘Cu trenta carrini’; ‘Furtuna’; ‘Iddra nun sa’ ; ‘Na Sirata i primavera’; ‘Ninna e dorme’; ‘Tanto tiampu fa’; ‘Tarantellina di Caruso’; ‘Tata ca muaru’; ‘Vita amara’.

‘Cu trenta Carrini’ e ‘Furtuna’ sono due cover rispettivamente di Otello Profazio e di Elio Curtu, mentre ‘Tata Ca muaru’ è un famoso brano della canzone popolare calabrese.