In radio  ‘Un grido contro la paura’, il nuovo singolo di Matteo Greco, una canzone manifesto, un’invocazione alla fortuna, rassegnazione ma allo stesso tempo voglia di andare avanti, che descrive le città deserte e il caos sociale e mediatico dovuto al lockdown. Scritta di getto in una sola notte, alla vigilia del secondo lockdown, mantiene un arrangiamento pop in cui emergono le chitarre acustiche stoppate che insieme ai violini creano un’atmosfera unica.

“Ho scritto questa canzone -spiega il giovane artista- dopo l’ultima serata live, prima del lockdown. Prima di ripartire, la proprietaria del locale mi ha detto ‘ci vorrebbe una canzone manifesto, per tutto quello che sta accadendo.. perchè non la fai?’. La notte stessa mi sono messo a scrivere e il giorno dopo il brano era pronto. In questa canzone ho cercato di descrivere al meglio tutto ciò che ci circonda e credo mi rappresenti completamente”.

Il videoclip ufficiale del brano vede Matteo con alle spalle il Monumento ai Caduti, passeggia lungo il viale di Ancona, partendo dal Passetto. Video ripreso in modalità selfie, proprio per descrivere senza filtri la situazione del pre lockdown. Ripreso e montato direttamente da Matteo Greco.