Marco Vezzoso e Alessandro Collina, duo jazz che ha conquistato il Sol Levante, reinterpretano in chiave strumentale ‘Il mare d’inverno’ e pubblicano online un video girato da Paolo Bertolotto ad Albenga (Savona) presso le foci del fiume Centa, alternando spettacolari panoramiche della città e della sua spiaggia, da cui si intravedono i profili dell’Isola Gallinara, riserva naturale regionale.

“Chi è nato al mare sa di cosa sto parlando – afferma Alessandro Collina – ossia del fascino che ha nei mesi più freddi, senza tanti ‘foresti’ (in ligure ‘stranieri’ ndr): solo vento, onde, qualche gabbiano e la schiuma del mare. Tutte sensazioni che si ritrovano in questo bellissimo brano e anche nel video, per cui ringraziamo il comune di Albenga, la Spiaggia Camping dei Fiori, il Ristorante Le Rapalline e Canavese Pianoforti”.

“Nell’arrangiamento siamo andati lontani -aggiunge Marco Vezzoso-  il ritmo si presta a contaminazioni, in particolare africane, e così pure le melodie della tromba arrivano fino al Maghreb. Un mare di immense ricchezze culturali e sonore, com’è il Mediterraneo”.

La versione jazz de ‘Il mare d’inverno’, popolarissima canzone scritta da Enrico Ruggeri e interpretata da Loredana Bertè, è il secondo brano estratto da ‘Italian Spirit’ (Egea Music/Art in Live), il nuovo album di Marco Vezzoso e Alessandro Collina, disponibile in formato fisico, sulle piattaforme streaming e in digital download. Il disco raccoglie 11 tra le più belle canzoni della musica italiana reinterpretate in versione strumentale per tromba e pianoforte. Da Vasco Rossi a Samuele Bersani passando per Lucio Dalla e i Tiromancino, gli artisti offrono una rilettura di indimenticabili brani, creando un ponte generazionale tra la musica leggera e il jazz.

Concepito dai musicisti durante il lockdown, la luce della lampada della cover di ‘Italian Spirit’ vuole rappresentare la speranza di un ritorno alla normalità. È inoltre un omaggio al sodalizio artistico tra Vezzoso e Collina, cominciato proprio in Giappone e arrivato fino in Cina passando per Cambogia, Indonesia e Malesia.

La tromba, commenta Paolo Fresu “è lo strumento più vicino alla voce umana e il canto appartiene da sempre alla tradizione italiana – commenta Paolo Fresu, nell’introduzione presente nel booklet dell’album- rileggere le distese melodie del nostro Paese non è cosa nuova ma ogni volta risulta diversa e ciò mostra la vitalità e l’eterogeneità della nostra arte e della nostra cultura. ‘Italian Spirit’ di Marco Vezzoso e Alessandro Collina è un tassello di una vasta composizione emozionale quale è la ricca melodia dei paesaggi italiani e il suono musicale dei dialetti. Un disco da assaporare come un piatto di cucina tradizionale”.

‘Italian Spirit’ è stato anticipato dalla versione strumentale di ‘Sally’, una delle più belle ballate di Vasco Rossi, di cui è stato anche prodotto un video che ripercorre attraverso le immagini il lungo viaggio della ‘Sally’ del Blasco in un paese come la Cina, che è proprio dove è nato il brano in questa speciale versione, durante l’ultimo tour del duo jazz nel 2019.

Questa la tracklist di ‘Italian Spirit’: ‘Sally’, ‘Il mare d’inverno’, ‘Diamante’, ‘Enfant prodige’, ‘Sotto il segno dei pesci’, ‘Giudizi universali’, ‘A me me piace ‘o blues’, ‘Pensiero stupendo’, ‘Stasera che sera’, ‘Balla balla ballerino’, ‘Per me è importante’.

 

Photo credit: Luciano Rosso