‘Come fai sbagli’ (Aurora Dischi/Artist First), primo singolo di Supertele, è un brano pop-funk dal taglio lo-fi e psichedelico. I suoni della città e il vociare dei passanti si confondono con synth fluidi, basso legnoso e chitarre nervose.  La canzone descrive la condizione di ogni essere umano presente su questa terra: sentirsi costantemente nel posto sbagliato al momento sbagliato, con i vestiti sbagliati, i pensieri sbagliati, le scarpe sbagliate. Tutto, insomma, sempre fuori posto. Eppure è proprio scoprendo che questa condizione è necessaria all’essere umano per sentirsi vivo, che si può pensare a rimandare il suicidio a un altro momento, magari dopo l’estate, dopo l’amore, o chi lo sa.

“Fai quello che vuoi fare, quando ti senti di farlo, tanto per qualcuno sbagli sempre -spiega Supertele- la canzone alla fine è un inno alla perseveranza. Ma non con la retorica tipo ‘se insisti, se vai avanti per la tua strada, un giorno ce la farai’, piuttosto intendo che qualsiasi cosa fai, in qualunque momento, per qualcuno sarà sicuramente incompleta, difettosa, fuori fuoco. E questo diventa consolatorio, o almeno lo è per me, e ti fa prendere la vita con più leggerezza e un po’ di sano fatalismo”.