E’ uscito sui principali stores digitali ‘vILLA tEMI’, album composto da Daniele Trucco, saggista e compositore cuneese. Per la prima volta Trucco si è confrontato con la canzone ‘d’autore’ firmando anche i testi e abbandonando per un momento la musica sperimentale ed elettronica che ha dato vita ai suoi precedenti album. Nove delle undici tracce di ‘vILLA tEMI’ raccontano situazioni di vita vissuta, da vivere o paradossi simpatici su cui riflettere. Completano la track list due cover (‘Bologna ’77’ e ‘Milano’), entrambe omaggio al cantautore romano Stefano Rosso scomparso nel 2008.

L’album contiene la versione demo di ‘Voglio Elena’, canzone d’amore proposta con l’accompagnamento del solo pianoforte, brano che ha lanciato anche l’uscita di un Ep comprendente due diversi arrangiamenti, uno in versione elettrica e dal carattere pop e l’altro più lento e meditativo. Questa doppia uscita è stata funzionale alla creazione di un videoclip e di un documentario sulla nascita e la creazione dello stesso video. La squadra voluta da Trucco è stata individuata nei ragazzi della Filmalo Production, giovani appassionati di film e di produzioni cinematografiche che hanno la loro base a Centallo in provincia di Cuneo: a loro è stato affidato in assoluta autonomia il soggetto del video, l’allestimento delle scenografie e il reclutamento degli attori. La regia è stata curata dal giovane Filippo Ariaudo (17 anni), studente del Liceo Classico di Cuneo e già autore del cortometraggio ‘The Vulnus Rising’ e di un documentario sull’eccidio della Candelora avvenuto a Tarantasca durante la seconda guerra mondiale, mentre Filippo Gerbaudo (19 anni) si è occupato della fotografia.

Nell’intenzione del regista il video è stato pensato con un carattere simbolico: deve raffigurare alcuni momenti salienti di una storia d’amore che va a esaurirsi, esplicitati attraverso la diminuzione nel tempo delle foto ricordo dei due protagonisti; il tutto girato su un set stilizzato e che ricorda per alcuni aspetti l’esperimento di ‘Dogville’ di Lars von Trier.

Le scene sono state girate in un vecchio magazzino per la frutta di Lagnasco, in un angolo dove sono stati ricostruiti sia gli ambienti interni di un alloggio sia quelli esterni di un parco pubblico: tutto il video, così come voluto e diretto dal regista, è il risultato di un solo piano sequenza. Non essendoci montaggio in post produzione tutta la storia d’amore dei protagonisti della canzone ha dovuto nascere, crescere e finire (nel tempo e nello spazio) senza stacchi: nelle riprese sull’ambiente esterno i ragazzi hanno addirittura ricreato la pioggia che, in base al copione, avrebbe dovuto cadere nel parco il giorno del loro primo incontro. Al video ufficiale ne è stato affiancato un secondo che racconta il making of della lavorazione: fa da colonna sonora una versione alternativa di ‘Voglio Elena’ arrangiata da Daniele Trucco per l’occasione.

La troupe è composta da Nicolò Pellegrino del Liceo Classico (segretario di edizione), Andrea Orlando dell’ITIS “M. Delpozzo” (assistente al montaggio), Michele Pilla del Liceo Classico (direttore del cast), Alice Porta del Liceo “E. De Amicis” (fotografa), Lorenzo Massa del Liceo Artistico “E. Bianchi” (scenografo e costumista) e Giovanni Milano del Liceo Classico (assistente alla regia). Il ruolo del protagonista è stato assegnato a Lorenzo Ingrosso (Politecnico di Torino), mentre le due donne della canzone sono state impersonate da Adele Tetamo del Liceo delle Scienze Umane e da Francesca Tivan del Liceo Classico.