Quattro serate speciali insieme al gruppo di storici musicisti, quattro Concertini Acustici che si terranno in spazi fuori dal comune, principalmente in contesti naturali. Dario Brunori sarà l’11 luglio a Champorcher (Ao), nell’ambito del MusicaStelle Outdoor; il 24 luglio a Lugo (Ra), ospite del Ravenna Festival, già sold out; il 26 luglio a Tarvisio (Ud), nel cartellone del No Borders Music Festival nella cornice mozzafiato friulana; ed infine il 2 agosto a Monte Cucco (Pg) per Suoni Controvento. Un anno denso di riconoscimenti per il cantautore il 2020, che sottolinea l’unanime apprezzamento che Brunori Sas è stato capace di costruire in questi suoi primi dieci anni di carriera. Lo testimonia il percorso che la giuria del Premio Tenco gli ha tributato in questi anni, a cominciare dal 2010 quando ha vinto la Targa Tenco come Miglior Esordiente, fino ad arrivare al 2017 quando si è contraddistinto con La Verità, un brano che lo ha finalmente presentato a tutti e che ha vinto nella categoria Miglior Canzone. E lo testimonia anche il riconoscimento del Nastro d’Argento per la colonna sonora di Odio l’estate: in piena lavorazione di Cip!, Dario ha voluto impegnarsi sulla scrittura della musica del film di Aldo, Giovanni e Giacomo, a cui lo legano ricordi personali e per i quali – come ha spiegato lui stesso durante la presentazione del film – sente un rapporto personale di gratitudine. Scritta da Brunori Sas accompagnato dalla sua storica band, prodotta da Picicca e curata artisticamente da Taketo Gohara, la colonna sonora vincitrice del Nastro d’argento 2020 include brani come Bum Bum Bum, La verità e La canzone che hai scritto tu (quest’ultima contenuta anche inCip!).

Brunori Sas si prepara a tornare sul palco con i suoi Concertini Acustici: gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative vigenti e della sicurezza di tutti. Per l’occasione Brunori Sas suonerà in acustico il suo ultimo disco ed il meglio del suo repertorio con un piccolo ensemble di musicisti, variando la formazione di location in location per dar vita ad uno spettacolo mai uguale a sé stesso ma sempre, meravigliosamente, coinvolgente.