E’ uscito ‘Quando saremo stanchi’, il nuovo singolo di Nùma, un brano indie-pop dedicato a quello che rimane dopo un lockdown, quando cala l’adrenalina, abbassiamo il volume della televisione e accettiamo finalmente di essere ‘solamente stanchi’. “Abbiamo affrontato la paura e, di fronte alla ripartenza, ci sentiamo persi, soli e confusi. Sapremo riconoscere le cose importanti? Cosa ci racconteremo? Ma soprattutto, quando avremo finito di ballare al tempo degli altri, sapremo ritrovare il nostro?”, si chiede Numa (all’anagrafe Lorenzo Pompili).

“In un periodo epico come questo della pandemia -sottolinea Numa- la popolazione mondiale si trova ad interfacciarsi per lo più con schermi di smartphone, laptop e televisori divulgatori di notizie. Assorbiamo inconsciamente enormi quantità di immagini, che distolgono la mente da ciò che è realmente importante. Per i più deboli questa confusione generale porta alla paura, all’ insoddisfazione che automaticamente si trasforma in solitudine. Tanti schermi vicini ma distanti tra loro. Un concetto molto vicino a quello che abbiamo vissuto in questi ultimi mesi. Tante facce amiche, vicine digitalmente, ma che necessitano di comunicare, di sfogarsi e forse più di tutto di unirsi fronteggiando insieme un futuro per lo più incerto. Un futuro -conclude- che potrebbe cambiare partendo proprio da ciò di cui siamo stanchi”.