Festeggia i 10 anni di carriera il tenore Matteo Macchioni che dal Teatro Verdi di Salerno, in cui si esibì nel 2010 nell’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, è passato ai palchi di teatri internazionali più prestigiosi, come il Teatro alla Scala di Milano e il Royal Danish Theatre di Copenaghen.

Dopo l’esperienza televisiva al talent ‘Amici di Maria De Filippi’, dieci anni fa, venne notato e scritturato per il ruolo di Nemorino nell’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti. Esordì, così, al Teatro Giuseppe Verdi di Salerno sotto la direzione del Maestro Daniel Oren, registrando il tutto esaurito e ricevendo numerose attestazioni di stima da parte dei media e della critica.

Negli anni Macchioni ha interpretato ruoli di rilievo in celebri opere liriche. Alla Scala di Milano è apparso ne La gazza ladra di Rossini, diretta da Riccardo Chailly per la regia di Gabriele Salvatores. Tra i suoi impegni più recenti si ricorda l’interpretazione di Don Ottavio nel Don Giovanni di Mozart al Theater Freiburg in Germania, Guillaume Tell di Rossini al Festival di Erl e Ferrando nel Così fan tutte di Mozart al Royal Danish Theatre di Copenaghen. A dicembre è tornato in Italia per i Concerti di Natale riscuotendo un grandissimo successo.

“Sono trascorsi 10 anni da quando ho messo per la prima volta i piedi su un palcoscenico operistico. Era il Teatro Verdi di Salerno nel 2010 e mi sembra sia ieri” racconta. 2 Da allora ho cantato in 3 diversi continenti, ho fatto centinaia e centinaia di performance in giro per il mondo, ma mi sento soltanto all’inizio di un cammino sempre più ampio, che mi porterà ancor più lontano. Festeggio questi dieci anni come se fossero un nuovo inizio e una nuova rinascita, verso nuovi palchi, nuove emozioni, nuovi traguardi. Mando un bacio a tutti coloro che, in questo primo decennio di carriera, mi hanno sempre amato, sostenuto e seguito. Ad maiora semper…”