Una voce fuori dal coro: Daniele Guastella non segue le mode e non fa parte dei grossi giri discografici, non è tantomeno contro corrente ma piuttosto si trova sopra di essa, in uno spazio tutto suo, fatto di richiami nostalgici, gusti personali e piacere di fare musica al di là di ogni etichetta e pregiudizio sonoro.  Ha realizzato un’opera imponente, frutto di un’auto produzione e di un crowdfunding lanciato sul web: ‘Homaj’, costituito da 17 tracce (10 inediti e 7 rivisitazioni di vecchie canzoni tirate fuori dal cassetto) composte dallo stesso Guastella, con la collaborazione di diversi autori italiani e stranieri. Il tutto è stato registrato nell’arco di due anni con l’ausilio di musicisti e cantanti di 13 paesi del mondo, toccando tutti e 5 i continenti. 

Dopo aver girato per anni diverse parti del mondo, l’artista siciliano ha deciso di fermarsi e raccogliere i frutti di tante esperienze vissute all’estero e in Italia, grazie soprattutto alla collaborazione con Giovanni Buzzurro, musicista agrigentino trasferitosi in Messico. Si è affidato, per questo suo terzo album, al produttore Denis Marino.

Il disco trova molte ispirazioni musicali nei grandi del pop mondiale, quelli di un recente passato, quali Peter Gabriel, Sting, Phil Collins ma anche in quasi tutto il buon cantautorato italiano e latino americano.  Il suono, curato da Michele Musarra, è vario e alternativo a quello dell’attuale produzione musicale italiana, sonorità pop/rock che strizzano, spesso e volentieri, l’occhio alla world music, cercando un incontro possibile tra lo stile dell’artista e quello dei suoi numerosi ospiti, che sono: Luca Madonia (Italia), Rodrigo Rojas (Bolivia), Alen Veziko (Estonia), Ahmed Elgeretli (Egitto), Anita Vitale (Italia), Mario Incudine (Italia), Haydee Milanes (Cuba), Jerusa Barros (Capo Verde), Leonel Capitano (Argentina), Le Voskresenie (Russia), Dulce Lopez (Messico), Leonel Soto (Messico), Mihaela Fileva (Bulgaria), Giovanna D’angi (Italia), Lidia Isac (Moldavia), Bernardo Quesada (Costa Rica), Pauly Zarb (Australia), Abigail (Spagna) e Edgar Oceransky (Messico).

Il disco fisico, in tiratura limitata, uscirà nella sua interezza e sarà distribuito negli store nazionali e venduto sul sito www.danieleguastella.it; mentre quello digitale uscirà su tutte le piattaforme in due volumi. Disponibile il CD fisico e Primo Volume in digitale.