Dopo Patti Smith, che ha annunciato ieri la propria adesione al Concerto del Primo Maggio, oggi è arrivata la conferma anche da parte di Sting, che dal suo studio di Londra darà il suo contributo a questa edizione straordinaria e virtuale alla manifestazione. Un grande evento collettivo che, in seguito al protrarsi dell’emergenza COVID-19, cambia totalmente il suo format mantenendo però intatta la volontà di trattare i temi fondamentali del lavoro che, quest’anno più di sempre, riguardano la vita e il futuro di milioni di italiani e la consueta ricchezza musicale e narrativa.

Photo credit: Eric Ryan Anderson