Esce il 29 maggio ‘Il mio gioco preferito – parte seconda’, il nuovo album di Nek. “Alla seconda parte dell’album stavo lavorando da qualche mese – ha detto Filippo Neviani sui suoi social – ma non avevo ancora terminato di scriverlo e quando è cominciato tutto questo ho dovuto momentaneamente rallentare tutta la macchina. Però, ve l’ho promesso, ho deciso che voglio andare avanti con la mia musica e adesso sta arrivando il momento di farvela sentire… Abbiamo deciso di accelerare i lavori, stiamo facendo in modo di terminare tutto al più presto e abbiamo stabilito una data: il 29 maggio”.

‘Il mio gioco preferito -parte seconda’ (distribuito da Warner Music Italy), è la seconda parte dell’album uscito lo scorso anno, e da oggi disponibile in pre-order: https://nek.lnk.to/ImGp2/. Oltre al singolo ‘Perdonare’, uscito venerdì scorso, l’album conterrà anche una speciale versione (da oggi sulle piattaforme digitali) di ‘E da qui’, singolo originariamente uscito nel 2010 e oggi ricantato insieme alle figlie Beatrice e Martina, un piccolo regalo per il pubblico, per ricordare che “la vita rimane la cosa più bella che ho”.

Il video di ‘Perdonare’ è stato completamente girato in casa, da Nek e da centinaia di persone che hanno inviato i propri contributi video, registrati con la voglia di condividere istantanee delle giornate di questo periodo. Il risultato è un video corale, in cui compaiono Nek, i suoi musicisti e centinaia di persone comuni. Come ha già avuto modo di spiegare con l’uscita del brano venerdì scorso, l’esigenza di Nek è quella di condividere con la gente, per quanto possibile, la propria musica, che non deve fermarsi e non deve smettere di suonare. È con questa idea che è nato anche il video, e la voglia di condividerne la realizzazione con i fan.

“Questo è il video ufficiale di Perdonare – ha scritto Nek sui suoi social – ed è di tutti voi. Voi, che avete voluto regalare un vostro sorriso, attraverso le vostre clip, e in poco più di 24 ore ci avete mandato quasi 1000 contenuti! Impossibile utilizzarli tutti, ma sono grato a ciascuno di voi. Mi avete lasciato senza parole e il risultato è davvero emozionante. Grazie!”.