Shabaka & The Ancestors pubblicano il loro secondo album We Are Sent Here By History’, segnando il debutto su etichetta Impulse!  Shabaka spiega che l’album è una “meditazione sulla prossima estinzione della nostra specie come dato di fatto: è una riflessione dalle rovine fumanti, un interrogarsi sui passi da seguire in vista del nostro trapasso (individuale come della società nel suo insieme), e sul fatto che la fine possa o meno essere vista solo come una tragica sconfitta. Per tutte le vite perdute e le culture cancellate da secoli di espansionismo occidentale, pensiero capitalista ed egemonia strutturata sulla supremazia bianca, i giorni della fine sono stati a lungo annunciati come un regalo, e questo mondo vissuto come l’incarnazione di un purgatorio vivente”.