Disponibile in radio, sulle piattaforme e negli store digitali ‘Vivo’ (La Contorsionista/Sciopero Records), il nuovo singolo di Emanuele De Francesco, tratto dal suo nuovo album ‘Lettere al neon’. Il brano è accompagnato dal videoclip girato da Valerio Bertoli tra le periferie milanesi di Gaggiano e Corsico.

“Per il video -precisa il cantautore- ho voluto essere me stesso, senza nessuno intorno. Lo sfondo è ora un vicolo di periferia ricco di murales, ora un parco deserto con la sola luce, infine una stradina. Il vicolo con il murales -spiega- rappresenta una sorta di rifugio, magazzino per i sogni di chi, spesso la notte e di nascosto, lascia una impronta. Mi affascinano i murales -sottolinea- specie quelli negli ambienti degradati perchè, al di là di qualsiasi morale, sono figli di una esigenza espressiva non considerata dalla società,m esigenza che equiparo a quella di una canzone”.

“Il parco aperto -prosegue De Francesco- è il posto di ritrovo per antonomasia, il luogo dove ci si incontra, si parla, dove le famiglie portano i figli. Apparentemente un luogo di evasione, in questo caso volutamente solo con me stesso, la mia voce e niente altro per ribadire il distacco”. Il sentiero tra le piante, invece, spiega ancora de Francesco “è una specie di fuga da e verso qualcosa di indefinito, misterioso e affascinante al tempo stesso, da seguire sempre e ovunque”.