Sarà la Missa Artificiosissima di Antonio Caldara, nato nel 1670 a Venezia, uno dei compositori più noti e prolifici della sua epoca, a inaugurare il 14 dicembre la sedicesima edizione della rassegna Incontri Musicali con l’Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, come ogni anno ospitata nella Sala della Balla del Castello Sforzesco di Milano, adiacente al Museo degli Strumenti Musicali.  Dell’opera di Caldara, rara e preziosa composizione a canone riportata alla luce solo recentemente da Antonio Frigé, molto scarse sono le notizie: di certo si sa però che quella del 14 dicembre al Castello Sforzesco è la sua prima esecuzione moderna.

La composizione, una volta scoperta, è stata poi oggetto di studio da parte di Paolo Martello ed Enrico Saverio Pagano nell’ambito del progetto del corso avanzato di contrappunto del maestro Antonio Eros Negri al Conservatorio di Como, tra i vincitori della Medaglia Leonardo da Vinci 2019, concorso che premia i migliori elaborati scientifici originali. La Missa sarà punteggiata dall’esecuzione di brani natalizi tradizionali.