Dopo l’Europa dell’Est, ora il Sud America. Guya Canino con il progetto Hit Italy sbarca oltreoceano e propone il repertorio dei cantanti più amati all’estero della musica italiana, da Adriano Celentano a Toto Cutugno, da Pupo ad Albano, dai Ricchi e Poveri a Umberto Tozzi. Figlia di Alessandro Canino (al secolo autore di ‘Brutta’), nasce artisticamente “come ballerina, con studi in accademia all’Opus Ballet a Firenze” racconta. “Il ballo è stata la mia prima passione, ma la musica è di famiglia anche se il desiderio di cantare è venuto da sé, non sotto la spinta di mio padre” confida. Diventa una professione dai 16 anni, quando inizia ad aprire i concerti di Al Bano, Pupo, Riccardo Fogli. Intanto lavora nell’agenzia di organizzazione concerti della mamma, Silvia de Ieso, che di Hit Italy è anche la manager e produttrice esecutiva. Il lavoro dell’artista lo impara da vicino, accompagnando i cantanti sul palco, ma anche come road manager. Poi Hit Italy la porta in Kazakistan, Uzbekhstan, Russia, Oman, Svizzera e “tra febbraio e marzo anche in tournée in Sud America”. “Abbiamo anche iniziato a scrivere inediti” fa sapere Guya Canino. Il primo è ‘Sentimento fragile’, uscito in versione digitale: “una canzone scritta dal nostro chitarrista e leader del gruppo Enrico Santacatterina”. A cantarla? “mio padre, che nel tempo è stato inglobato nel progetto. Ora siamo in cinque sul palco”. Del gruppo fanno parte anche Dado Pecchioli e Simone Papi. Il prossimo appuntamento il 4 dicembre in Romania.