(di Daniele Rossignoli) “Purtroppo non ho molto tempo per ascoltare la musica ma mi piace tutta: la ascolto sopratutto al venerdì in auto quando mi trasferisco da Milano in Liguria, mischiando il gusto di ascoltarla ai motivi professionali, o quando faccio sport”. Pier Silvio Berlusconi, intervistato da ‘IlMohicano’, spiega quali sono i suoi gusti musicali, che spaziano dalla musica tecno alla classica, dal regge al rap, ma soprattutto i classici del rock. “Ascolto soprattutto musica di gruppi che pochi conoscono come gli  australiani Crowded House o i  Vaya con Dios” spiega ricordando, tuttavia, come la sua ‘cultura musicale’ si sia via via formata “ascoltando Bob Marley, David Bowie e i Doors” e in epoche un po’ più lontane “anche i Bee Gees e perchè no pure Julio Iglesias: sono generalista”.

“Da ragazzo -sottolinea- ascoltavo tanto regge e rock, ma quel rock che va dai Kiss ai Doors, dai Led Zeppelin ai Red Hot Chili Peppers. Poi, la musica che arrivava man mano nel corso degli anni. Adesso, purtroppo, ho poco tempo per ascoltare musica, e mi capita di farlo facendo sport ma in quel caso -conclude- va a seconda dell’umore,  e sono capace di passare da da Ciaikowskij alla tecno e anche a un po’ di rap. Insomma, vario tantissimo”.