Anticipato in radio dall’omonimo singolo, esce domani sulle piattaforme streaming, in digital download e disponibile anche in vinile ‘Stray Bop’ (distribuzione digitale Egea Music), il nuovo album del duo jazz-hip hop ‘Bardamù’, formati dai fratelli Ginaski Wop e Alfonso Tramontana.

L’album, come spiegano i Bardamù “non è un progetto jazz con commistioni hip hop, né tantomeno un progetto di musica rap con innesti di musica jazz. Non è un progetto di crossover. Stray Bop vede la cultura hip hop come naturale evoluzione della cultura jazz. I brani sono suonati interamente dal vivo e con strumenti tradizionali. Tutto quel che si ascolta è suonato dal vivo seguendo i parametri della classiche jazz band. Il progetto è Bop non solo per i richiami al be-bop, ma soprattutto per quel che concerne il piano concettuale: ci rifacciamo alla cultura Bop propria della letteratura americana (Kerouac, Ginsberg, Corso, ecc), dove il linguaggio e le parole vengono utilizzate in modo tale da offrire l’idea del ritmo e della velocità”.

“Ecco perché il rap -proseguono i Bardamù- entra come parte integrante della musica (e non come semplice ‘commistione’ o crossover). Il rap è la parte letteraria che concettualizza l’idea di ‘essere Stray’: perennemente in viaggio fra città e suoni.  Parlare di musica ‘Stray Bop’ non può essere paragonabile a un progetto di crossover. Non si tratta di un Collage, ma semmai di un Décollage (come i manifesti di Mimmo Rotella, che una volta strappati rivelavano la ‘memoria’ che si celava sotto le immagini). Lo Stray Bop -c oncludono- è un linguaggio prima d’ora mai sperimentato sotto questa forma”.

 Questa la tracklist del disco: ‘Stray Bop’ (ft. K.Sparks, DjOoO Child & Marianne Solivan), ‘Space’ (ft. Latasha), ‘Crossing’ (ft Tormento), ‘Intermezzo’ (ft. Michael Imperioli), ‘Nardis’ (live), ‘And we will dance the love’ (ft. Marianne Solivan), ‘Think of me’ (ft. K.Sparks), ‘Ciudadano del mundo’ (ft.Arturo O’ Farrill, Rolà, Orishas, tata Guine & Changuito), ‘Oban’, ‘Roll the dice’.